Lascia andare ieri per vivere più pienamente oggi

  • Vovich Andropovich
  • 0
  • 1554
  • 216

La vita ci benedice con i ricordi. I ricordi sono ciò che compone il nostro documentario biografico personale, un documentario che solo noi possiamo riprodurre e che, a differenza della maggior parte dei documentari, è pieno di tutte le parti sporche e grintose - le parti migliori. I ricordi sono ciò che ci ricorda tutti i bei tempi, così come i cattivi. Sono tutti unici, nessuno dei due è mai stato lo stesso.

Questa è la vera bellezza della vita: ogni momento in cui viviamo è diverso da ogni altro momento, anche se solo nel minimo dei modi. I nostri ricordi raccolgono, timbrano e categorizzano ciascuno di questi momenti insieme a tutti i piccoli dettagli che li accompagnano. Più intense sono le emozioni associate a ciascuno di questi ricordi, più quel ricordo spicca tra gli altri. Essendo umani, siamo maledetti per rimanere consapevoli delle nostre emozioni e per avere la capacità, in generale, di capire la causa di tale emozione.

Questo ci porta a favorire certe esperienze e ricordi rispetto ad altri, facendoci desiderare di rivivere le esperienze più piacevoli. Questo, ovviamente, è di grande beneficio quando si tratta di evitare il dolore e le emozioni negative. Allo stesso tempo, tuttavia, ci porta a credere che i ricordi del passato possano essere rivissuti e rivissuti. Questo non è il caso. Non è così che funzionano le cose.

Due ricordi non saranno più gli stessi. Una volta che il momento è passato, l'esperienza è finita e tutto ciò che ci rimane è l'impronta che ha lasciato sulla nostra memoria. Da quel momento in poi, l'esperienza può essere rivisitata solo nelle nostre menti, ma mai riportata al mondo fisico e rivissuta. Ci sono casi estremi in cui le persone si trovano davvero a credere di poter ricreare un ricordo, un momento del passato.

In generale, è più probabile che la massa di persone desideri solo rivivere i sentimenti associati alla memoria. Nessuno vuole rivivere il loro viaggio a Istanbul solo perché è Istanbul. Proprio come nessuno vuole rivivere i propri ricordi a Parigi, Berlino, Zurigo o San Francisco. Ciò che desideriamo fare è sentire come ci siamo sentiti quando abbiamo vissuto quel momento; desideriamo sentire il modo in cui quel momento ci ha fatto sentire. Ma questo è impossibile.

I momenti sono unici perché unici nel loro genere. Ciò che costituisce un momento può essere discusso, ma credo che sia costituito da tutto ciò che percepiamo dal mondo esterno combinato con tutto ciò che accade nella nostra testa in quel preciso momento. Quando si parla di emozioni, è importante ricordare quante parole abbiamo in lingua inglese che descrivono emozioni diverse.

Ci sono migliaia e migliaia di parole per le emozioni individuali che una persona può provare e tuttavia spesso ci mancano le parole quando descriviamo esattamente come ci sentiamo in un dato momento. Le emozioni sono complicate perché raramente viaggiano da sole - hanno la tendenza a raggrupparsi e mescolarsi insieme. Più spesso, è quasi impossibile descrivere esattamente come ti senti. Non appena introspetti sulle tue emozioni, si evolvono e cambiano forma. Le emozioni sono cose schizzinose che hanno una durata di un millisecondo. Il prossimo millisecondo, sperimentiamo una disposizione delle emozioni sempre leggermente diversa.

La scienza dietro il modo in cui viviamo le nostre emozioni è carente, così come la nostra comprensione del cervello stesso. L'unica cosa che posso promettere è che non ti sentirai mai esattamente come in un altro momento dato il semplice fatto che tu stesso non sei lo stesso. Ogni esperienza che abbiamo ci cambia, sia nel bene che nel male.

Siamo persone nuove, rinate ogni secondo di ogni giorno. I cambiamenti sono spesso minimi e banali. A volte sono profondi e cambiano la vita. Il modo in cui sperimentiamo il mondo non dipende molto dal mondo esterno, ma da ciò che sta accadendo nella nostra mente in quel momento. Puoi visitare lo stesso posto nello stesso periodo dell'anno con la stessa persona e non avvicinarti alla sensazione di nostalgia che ti ha convinto a tornare.

Sono sicuro che molti di voi sono andati in vacanza per sperimentare un tale fenomeno, così come molti di voi hanno deciso di tornare con il proprio ex solo per imparare che il modo in cui provavi per loro e loro per te non sarà più lo stesso . Sei diverso. Sono diversi. Insieme sarete diversi.

Troppo spesso ci troviamo a cercare di aggrapparci al passato, sperando che un giorno possa tornare e che in qualche modo possiamo tornare indietro nel tempo. È un modo divertente di vivere, no? Vivere non per oggi, né per domani, ma per i giorni passati. Non è un modo di vivere; non vive - si chiama ricordare. Sono un vero sostenitore del fatto che pochissime persone vivono davvero.

Trascorriamo la maggior parte del nostro tempo a pensare al passato, odiando gli altri e odiando noi stessi. Pochissimi di noi vivono nel momento e fanno cose per la pura gioia di viverlo. Non è facile. Proprio come la maggior parte di voi, faccio fatica a farlo regolarmente. Mi ritrovo spesso a pensare ai giorni, a quel momento in cui credo di essere stato totalmente felice.

La sensazione di nostalgia mi assale e mi lascio galleggiare sulle sue acque. La cosa divertente è che in quel preciso momento - ne sono certo - stavo ripensando a un altro punto precedente della mia vita e confrontandolo con il momento in cui fingevo di vivere. I nostri momenti sono pieni di pensieri di momenti precedenti.

Raramente ci troviamo sopraffatti dall'ora e facciamo tutto il possibile per aggrapparci al passato. E poi ci lamentiamo che non stiamo facendo progressi nella vita. Che non possiamo cambiare. Che le nostre vite non sono ciò che vogliamo che siano. Se le nostre vite non sono mai state come volevamo che fossero, allora perché stiamo afferrando quei momenti del nostro passato?

Il fatto è che non vogliamo rivivere quei momenti stessi, ma desideriamo provare ancora una volta quei sentimenti che abbiamo provato. Riteniamo di poter riaccendere vecchie fiamme e provare ancora una volta l'emozione di visitare una nuova città. La prima volta è speciale perché c'è solo una prima volta. Ogni nuova esperienza e la sensazione che ne deriva è la prima e l'ultima volta che sperimenterai mai una tale combinazione. Perché desideriamo confonderlo con i pensieri del nostro passato? Perché desideriamo vivere rivivendo? Il momento presente è onestamente non abbastanza buono per la nostra attenzione?

Non saremo mai in grado di vivere pienamente la vita se viviamo il presente con tutto il cuore. O vivi o non lo fai. I ricordi sono pensati solo per essere rivisitati durante i nostri ultimi giorni. Sono ciò che ci porterà conforto e conforto, confermando che abbiamo vissuto pienamente le nostre vite e che tutto ciò che abbiamo fatto e che eravamo non era uno spreco completo.

Vivere nel passato minimizza i tuoi momenti - li contamina con i momenti passati. In questo modo, non vivrai mai un'esperienza completamente nuova. La tua coscienza è divisa tra presente e passato. Se vuoi sperimentare le cose nella loro interezza, se vuoi vivere la vita pienamente, allora lascia andare ieri. Oggi, proprio ora, questo momento è la prima e l'ultima volta che ha un'esistenza. Non perdere quel poco tempo che hai appeso in esperienze passate e avventure passate; hanno passato.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

La tua guida per relazioni perfette e vero amore
Una guida di relazione per donne e uomini per aiutare a cambiare il romanticismo in meglio